NEWS
  
  CERCA LOCALE
  
 
   ADVERTISING
  
  PRINCIPALE
     Home page
     Chi siamo
     Statuto
     Contatti
     Iscriviti
     Registra il tuo locale
     Link
  TERRITORIO
     Area geografica
     Cenni storici
     La storia a tavola
  ENOGASTRONOMIA
     Vini
     Ricette
     Prodotti tipici
   LOCALI
     Ristoranti
  
  Pizzerie
  
  Pub
     Enoteche
     Vinerie
     Wine-bar
     Bar
     Pasticcerie
  
  Gelaterie
     Artigianato
     Prodotti tipici
     Tempo libero
  INTERAGISCI
      La tua pubblicità
      Cerca locale
      Vota il locale
      Visita il forum
  AREA RISERVATA
      Admin
   ADVERTISING
  
 
 
 
OGGI SU CAMPIFLEGREIATAVOLA.IT
12-08-2008 - TORNANO LE TARTARUGHE



Campi Flegrei, paradiso delle tartarughe

 

La aspettavano da tre anni e finalmente è arrivata: una tartaruga Caretta-Caretta ha deposto a metà luglio un centinaio di uova sulla spiaggia di Lucrino, nel cuore dei Campi Flegrei, a due passi dal centro di Pozzuoli. Esultano gli insegnanti delle medie, delle elementari e del Liceo Majorana, e i giovani dell’Associazione culturale «Le Ali di Dedalo», che da anni lavorano per proteggere e far conoscere il patrimonio ambientale e culturale di un’area strepitosa, «la terra più instabile sotto il cielo più puro del mondo», scriveva Goethe. Quello della tartaruga è un segno di speranza in un’area marchiata ingiustamente solo dall’«emergenza» rifiuti e dal disinteresse civico. Perché c’è vita su quell’antico paradiso dei Campi Flegrei, oggi sede di un Parco regionale (www.parcodeicampiflegrei.it) che offre un mix di cultura e natura: l’Oasi Naturalistica di Monte Nuovo (un vulcano con vista dal bordo del cratere impressionante), il mitico Lago d’Averno, porta degli Inferi, il Lago Lucrino e Capo Miseno, la Solfatara e Cuma, la più antica colonia della Magna Grecia, dalla quale sorse Napoli. Il tutto davanti alle isole di Procida e di Ischia, piccoli paradisi (soprattutto la prima, meno intaccata dal turismo usa-e-getta e dalla speculazione edilizia) nell’azzurrissimo mare.

Il parco dei Campi Flegrei – in parte nel Comune di Napoli (Bagnoli, Posillipo, Nisida, Agnano) parte nei Comuni di Bacoli, di Monte di Procida e di Pozzuoli, misura circa 8 mila ettari, ha un numero impressionante di residenti: quasi 140 mila. Ma è fatto di spiagge, coste, baie e porticcioli - da Posillipo a Cuma - passeggiate nell’entroterra fra ginestre e vigne, aree archeologiche favolose come quella di Baia-Bauli, un sistema di ville imperiali e termali dove i patrizi se la spassavano lontano dalla caotica Roma. A Pozzuoli c’è un grandioso anfiteatro romano, uno dei più grandi dell’antichità, sulla rupe di Bacoli (dove Giannantonio Scotto di Vetta gestisce un «caffè letterario, www.caffeletterariobacoli.it), c’è un’immensa cisterna sotterranea (la «Piscina Mirabilis»), dalla quale attingevano acqua potabile le triremi romane. In epoca imperiale romana i Campi Flegrei erano il secondo sistema urbano-territoriale del mondo: comprendeva il porto e la città commerciale di Puteoli, i porti militari di Lucrino e Miseno, le ville di Baia-Bauli, la città «greca» di Cuma. Un territorio sul quale la quarantina di giovani professionisti e insegnanti, di neolaureati e studenti dell’associazione «Le Ali di Dedalo» (www.lealididedalo.it) organizzano visite guidate, scrivono libri, realizzano incontri culturali. A Baia si può anche dormire in una delle dodici camere dell’albergo Batis (www.batis.it) davanti alle terme romane, recuperato da un antico palazzo dell’Ottocento anche grazie ai fondi comunitari.

Un’impresa ostinata, come quella delle tartarughe Caretta-Caretta di Lucrino: il nido è stato recintato dalla Stazione zoologica di Napoli e a fine estate le uova si schiuderanno; le tartarughine flegree nuoteranno nel Mediterraneo tra pericoli di ogni sorta: motoscafi, ami e reti di pescatori, buste di plastica. Poche diventeranno adulte e torneranno sulla spiaggia dove sono nate per deporre le uova. E le sopravvissute, fra circa 20 anni, ritorneranno: «Sta a noi – dice Sara Garofalo, presidente delle Ali di Dedalo - al Comune di Pozzuoli, al Parco Regionale dei Campi Flegrei e all’Area Marina Protetta di Baia, fare in modo che sia possibile». Sara, Giannantonio e i loro amici, tra mille difficoltà, non si arrendono.

Fonte:www.stampa.it


DATA TITOLO
05-05-2019 QUINTO QUARTO, DAL TRIPPAIOLO AL CARNACU
02-05-2017 MALAZE' IL TEMPO NECESSARIO
20-02-2015 "Ci Vdiamo DOP"
21-12-2014 AUGURI E MENU' DI NATALE
18-12-2014 BUON FESTE DA TUTTI NOI
23-11-2014 Il Mercato di CortoCircuito Flegreo
03-09-2014 Aspettando Malazè 2014
04-08-2014 malazè: I sei itinerari
05-06-2014 Anteprima malazè 2014
29-04-2014 #malaze2014 aspetta te!

 

Associazione enogastronomica “ CAMPI FLEGREI A TAVOLA “  Il cratere del gusto
Via Miliscola, 133 Pozzuoli(NA)
e-mail: info@campiflegreiatavola.it
Tutti i diritti sono riservati.

DESIGNED BY STYLAB