NEWS
  
  CERCA LOCALE
  
 
   ADVERTISING
  
  PRINCIPALE
     Home page
     Chi siamo
     Statuto
     Contatti
     Iscriviti
     Registra il tuo locale
     Link
  TERRITORIO
     Area geografica
     Cenni storici
     La storia a tavola
  ENOGASTRONOMIA
     Vini
     Ricette
     Prodotti tipici
   LOCALI
     Ristoranti
  
  Pizzerie
  
  Pub
     Enoteche
     Vinerie
     Wine-bar
     Bar
     Pasticcerie
  
  Gelaterie
     Artigianato
     Prodotti tipici
     Tempo libero
  INTERAGISCI
      La tua pubblicità
      Cerca locale
      Vota il locale
      Visita il forum
  AREA RISERVATA
      Admin
   ADVERTISING
  
 
 
 
OGGI SU CAMPIFLEGREIATAVOLA.IT
07-04-2008 - VINITALY 2008



La panoramica enologica di Vinitaly 2008

A Verona dal 3 al 7 aprile

 

 

Le notizie utili per visitare la manifestazione

Orario d'apertura dalle 9 alle 18

Biglietto intero: valido per un ingresso Euro 35

Abbonamento valido per cinque ingressi Euro 80

 

Accesso riservato agli operatori del settore a pagamento e l'ingresso non ? consentito ai minori di 18 anni

 

Verona, 13 marzo 2008. Dal portale della Fiera di Verona ? possibile scaricare il Catalogo Ufficiale 2008 di Vinitaly al


www.vinitaly.com

 


 

Scatta gioved? Vinitaly, la rassegna numero uno al mondo per dimensioni, ma andata assumendo nel tempo un rilievo sempre pi? importante aprendosi alle innovazioni e imponendosi all'attenzione degli operatori non solo come fiera commerciale, ma anche come vero e proprio "evento" imperdibile.



Si parte il 3 aprile e si chiude il 7. Cinque giorni che mancare sarebbe un peccato.
Un osservatorio privilegiato per valutare gli andamenti di mercato e per sostenere l'immagine dei territori d'eccellenza.

 

Vinitaly come sempre al servizio degli espositori e visitatori, qui sotto una panoramica degli Eventi e delle presenze pi? significative.



Oltre a prenotare online le degustazioni, ? possibile riservare il proprio tavolo in uno dei quattro Grandi Ristoranti presenti in quartiere: il Ristorante d'Autore, al 1? piano del Palaexpo per l'intera durata di Vinitaly ospita alcuni fuoriclasse dei fornelli di casa nostra, che proporranno le loro creazioni.


Il Ristorante dei Signori al 1? piano della Galleria dei Signori, in collaborazione con Cucina e Vini Editrice, coinvolge chef dell'alta ristorazione che a rotazione realizzeranno giornalmente un menu personalizzato.


Il Ristorante Sol Goloso ? la novit? di Vinitaly: dal 2007 nella Tenso C nell'area di Agrifood Club, verr? proposto ogni giorno un pasto veloce che riflette la filosofia del wine bar, in abbinamento a vini al calice selezionati tra i partecipanti al Concorso Enologico Internazionale.
Infine la
Cittadella della Gastronomia (tra i pad. 5 e 7b, di fianco al pad. 11 e nell'area C, davanti all'ingresso S Zeno), i cui ristoranti danno vita ad un circuito di valorizzazione dell'uso gastronomico dei prodotti regionali DOP e IGP.



Ma oltre alla ristorazione, Vinitaly offre un valido e nuovo strumento per ?navigare? all'interno del quartiere fieristico: la Guida al Vinitaly, con utili informazioni relative a parcheggi, viabilit?, uso di navette interne....e molto di pi?!!

 

 

 

 

Chi va a Vinitaly dalla Campania: Sannio, Irpinia, Terra di Lavoro. Le altre: Sicilia, Puglia...

 CHI VA A VINITALY

------------------

CAMPANIA - SANNIO

------------------

Invito al VINITALY 2008 Antica Masseria Venditti

 

Ancora una volta una GRAN MENZIONE al BARBETTA ROSSO 2006.

Il 16? Concorso del Vinitaly di Verona premia l'azienda Antica Masseria Venditti.

Durante l'esposizione nello stand dell'azienda al PAD. 3 - E6

degustazione professionale del vino premiato ed in anteprima di tutta la nuova annata per i vini bianchi e rosato.

Sar? inoltre possibile degustare l'olio extra vergine d'oliva

1? Classificato TOP TEN al BIOFACH di Norimberga il 23 febbraio scorso. Inoltre ? stato appena pubblicato il nuovo sito internet dell'azienda all'indirizzo

www.venditti.it Vi Aspettiamo.

INFO

Antica Masseria Venditti

Via Sannitica 120/122

I-82037 Castelvenere BN

T +39 0824 940306

F +39 0824 940301

www.venditti.it

masseria@venditti.it

 

------------------

CAMPANIA - SANNIO

-------------------

GUARDIA SANFRAMONDI (Bn): AL 42? VINITALY CORTE NORMANNA PRESENTA LA GRAPPA.

Corte Normanna vi attende al Vinitaly allo stand 69 del padiglione Unioncamere/Regione Campania.

Nell'edizione 2007 tocc? al Greco, quest'anno alla Grappa di Aglianico. Per la societ? agricola Corte Normanna il Vinitaly ? sinonimo anche di novit?. All'importante rassegna di riferimento dell'universo enologico nazionale ed internazionale, infatti, l'azienda guardiese dei fratelli Gaetano e Alfredo Falluto, che presenta l'intera gamma allo stand 69 del padiglione Unioncamere Campania/Regione Campania, guarda da anni con grande interesse ed ogni sforzo ? teso a creare una migliore e pi? proficua visibilit?, in un appuntamento giunto alla quarantaduesima tornata (a Verona dal 3 al 7 aprile prossimi) e considerato evento irrinunciabile sia per gli espositori sia per cultori ed appassionati.

La Grappa di Corte Normanna ? frutto di vinacce derivate da uve di Aglianico dell'azienda e distillate dalla Scaramellini di Verona, con il metodo discontinuo a fuoco diretto a vinaccia sommersa, con alambicco tutto in rame e lavorazione totalmente manuale. Il risultato ? di gran pregio anche per merito dell'annata 2007 di certo eccezionale per l'Aglianico.

"Da tempo - spiegano Gaetano e Alfredo Falluto, titolari di Corte Normanna - eravamo alla ricerca di una distilleria in grado di soddisfare le esigenze qualitative per un Grappa di alta classe. Grazie all'azienda Scaramellini, che vanta quasi un secolo di attivit?, siamo riusciti ad ottenere lo standard richiesto".

"D'altronde - aggiungono -, una distilleria dall'alta affidabilit?, abbinata ad un vitigno che ancora oggi non ha espresso tutto il suo potenziale, non poteva che dare esiti sorprendenti sia per la Grappa in purezza sia, in previsione, per la Grappa invecchiata in barrique".

Per quanto concerne le caratteristiche organolettiche va rilevato che la metodologia di trasformazione di piccole quantit? di vinaccia fresca, lavorata in ogni "cotta", permette il pieno e vigoroso passaggio alla Grappa di tutti i caratteristici aromi e sapori del vino da cui proviene. Ci si trova di fronte, infatti, ad un distillato dal forte ed inimitabile carattere, che si riscontra sia nei fini profumi, intensi e franchi che rendono vivissimo il complesso bouquet, sia nei sapori vigorosi che rendono unico il corpo di Grappa vera, secondo tradizione, con una naturale morbidezza, sentori di viola e frutta rossa.

L'affinamento ? in acciaio e la gradazione alcolica ? di 42 gradi; mentre, gli abbinamenti vanno dalla pasticceria secca al cioccolato fondente, dalla frutta secca al miele e ai dolci.

INFO

ufficio stampa: Corte Normanna

Sandro Tacinelli

mob. 3392073143 - e-mail: stampa@cortenormanna.it

 

-------------------

CAMPANIA - IRPINIA

--------------------

INVITO VINITALY 2008.

3 APRILE PAD. B REGIONE CAMPANIA STAND 23 - SORSI DI IRPINIA ALLA TENUTA DEL CAVALIER PEPE

da: giuliacannada giulia_cannadabartoli@fastwebnet.it

 

----------------------------

CAMPANIA - TERRA DI LAVORO

----------------------------

Villa Matilde al Vinitaly 2008.

L?azienda casertana scende in campo con uno stand nuovo ed esclusivo e presenta una storica verticale di Vigna Camarato.

Svolta importante per Villa Matilde in occasione del 42esimo Vinitaly: l?azienda casertana guidata da Maria Ida e Salvatore Avallone, scende in campo con uno stand esclusivo (Pad. 6 Stand D/4) dal raffinato lay out per presentare i propri vini al pubblico internazionale della fiera veronese.

Un focus particolare sar? dedicato al Vigna Camarato, celebre cru dell?azienda, protagonista di una storica verticale: il 4 aprile alle ore 15, presso il VERONAFIERE, Sala "New Beetle" Piano I, PAD. 8/9, Riccardo Cotarella guider? ?16 anni di Falerno del Massico Camarato?.

La degustazione ? organizzata in collaborazione con Vinalia di Cristiana Lauro e presenta le annate 2004, 2003, 2001, 2000, 1999, 1998, 1995 e 1992.

In ogni millesimo una storia, in ogni bottiglia una discesa verticale nei sensi. Un viaggio attraverso l?eleganza di questo vino, prodotto esclusivamente nelle migliori annate con uve raccolte nel vigneto omonimo, uno dei pi? vecchi e meglio esposti della Tenuta San Castrese di Villa Matilde, alle falde del vulcano spento di Roccamonfina.

Un blend di Aglianico e Piedirosso sapientemente miscelati che si valorizza nel tempo.

Scheda di Vigna Camarato Doc

Variet? delle uve: Aglianico 80%; Piedirosso 20%

Area di produzione: Camarato - Tenute di San Castrese - Sessa Aurunca

Natura del terreno: vulcanico con una buona dotazione di fosforo e potassio.

Altimetria dei vigneti: 150 mt. s.l.m.

Vinificazione: questo vino viene prodotto esclusivamente nelle migliori annate con uve raccolte nel vigneto omonimo. I grappoli, selezionati a mano uno per uno, vengono pigiati delicatamente ed il mosto cos? ottenuto fermenta insieme alle sue vinacce per 20/25 giorni ad una temperatura di circa 25?C.

Affinamento: dopo la fermentazione malolattica, il vino affina in barriques di rovere di Allier per 12 mesi, 1/3 nuove, 1/3 di secondo passaggio, 1/3 di terzo passaggio e resta in bottiglia a maturare per altri 12/18 mesi.

Prima annata di produzione: 1981

Capacit? di invecchiamento: 15 anni

Premi e riconoscimenti

5 Grappoli A.I.S. per le annate 1995, '97, '98, '99, 2000, '01, '03

Premio Gambero Rosso: 3 bicchieri per le annate 1995, '97, '98, 2000 e 2001; 2 bicchieri per le annate 1985, '88 e 92; 1 bicchiere per l?annata 1990.

Premio Luca Maroni: vino frutto annate 1998, '99, 2000, 2003.

Premio Veronelli: super tre stelle annata 2003.

Premio Corona assegnato da Vini Buoni d'Italia all?annata 2003.

INFO

Ufficio stampa dipunto studio

0810605636 - 347 3331576

www.dipuntostudio.it

Per la verticale di Camarato

"Vinalia" - Cristiana Lauro

338 - 4670969

info@vinaliavini.it

da: Irene Bernab? [irene@dipuntostudio.it]

 

-------

PUGLIA

-------

VINITALY PUGLIA

Il programma del Movimento Turismo del Vino Puglia. da MG Logos - I Vini di Puglia al VInitaly senza "arricchimento".

Il Movimento Turismo del Vino Puglia gestir? lo spazio ?vino e territorio?, dando vita, in ogni giornata della Fiera, a eventi fortemente mirati a favorire l?incontro fra domanda e offerta, rispondendo cos? all?esigenza dei vignaioli di far degustare le proprie etichette a giornalisti di rilievo nazionale, buyers e importatori esteri, appassionati e ristoratori. Il Movimento Turismo del Vino Puglia sar? a disposizione dei visitatori per fornire informazioni sulla realt? vitivinicola pugliese e indicazioni sulle attivit? previste nel Padiglione.

Nelle prime due giornate, a partire dalle 11 si svolgeranno una serie di incontri dedicati a giornalisti, buyers, opinion leaders a cui verr? proposto un ipotetico viaggio dalla Daunia al Salento attraverso la degustazione di vini e prodotti tipici in abbinamento.

Sabato 5 aprile sar? invece interamente dedicato al work shop con i buyers internazionali ?Taste & Buy ? Puglia? organizzato in collaborazione con Veronafiere e con il coordinamento del Movimento Turismo del Vino Puglia. Una straordinaria opportunit? per 55 aziende espositrici che, in un'unica giornata e in un unico spazio, potranno stabilire importanti contatti con i mercati dei cinque continenti.

Domenica 6 aprile, giornata tradizionalmente aperta ai visitatori, si terranno due incontri con il Movinclub della Lombardia, gruppi di enoturisti che giungeranno appositamente a Verona per scoprire e degustare vini e prodotti tipici pugliesi.

Nella stessa giornata i visitatori potranno partecipare al gioco ?Caccia al sentore?, una speciale "caccia al tesoro" fra i vini e i vitigni di Puglia per scoprire, divertendosi, le note olfattive dei pi? noti vitigni autoctoni pugliesi: Negroamaro, Nero di Troia, Primitivo. Dopo aver annusato il sentore selezionato, i partecipanti degusteranno i vini, cercando di individuare quello in cui esso ? presente con maggiore intensit?. Al termine della degustazione, saranno svelati i nomi dei vini in cui, a insindacabile giudizio di una commissione di ?nasi professionisti?, quel sentore si sar? rivelato pi? nettamente percettibile. Ai vincitori sar? donata una confezione di 12 bottiglie. L'assessore Russo consegner? invece un attestato alle aziende produttrici del vino ?indovinato?.

Per sottolineare il valore dei vitigni autoctoni come veicolo di promozione e segno di identit? culturale, in uno spazio adiacente all'area ?vino e territorio? sar? anche allestita la ?vetrina degli autoctoni?, un'installazione artistica dedicata alle uve pugliesi.

Sempre nella giornata di domenica, dalle 15 alle 16, il Movimento Turismo del Vino Puglia, in collaborazione con l'AIS Puglia, curer? l'incontro-degustazione con una delegazione di giornalisti della stampa internazionale organizzato dall'Istituto per il Commercio Estero e dal titolo ?I tre vitigni autoctoni di Puglia?.

(www.mtvpuglia.it)

189 AZIENDE E BEN 1500 ETICHETTE A RAPPRESENTARE UNA DELLE

REALTA? VITIVINICOLE PIU? IMPORTANTI DEL NOSTRO PAESE

IL VINITALY DELLA PUGLIA,

UNICA REGIONE I CUI VINI

NON HANNO RICHIESTO OPERAZIONI DI ?ARRICCHIMENTO?TRA DEGUSTAZIONI E WORKSHOP, IN UN PADIGLIONE CHE RACCONTA I SAPORI E LE SUGGESTIONI DI UN TERRITORIO RICCO DI FASCINO

Annata complessa, quella del 2007, che sar? ricordata come la pi? ?avara? degli ultimi 60 anni.

E che consegna alla Puglia un primato assolutamente invidiabile.

?La nostra regione ? spiega Leonardo Palumbo, presidente Assoenelogi Puglia, Basilicata e Calabria ? ? l?unica in Italia a non aver richiesto operazioni di ?arricchimento?. L?unica, cio?, i cui vini sono assolutamente naturali, autentica e perfetta espressione del sole e della terra, senza alcun intervento ?correttivo?. Ed ? certamente questo il dato pi? interessante che emerge dall?ultima vendemmia?.

E sar? questo uno dei tanti motivi per cui varr? la pena visitare il Padiglione 10, quello in cui la Puglia si presenta con ben 164 aziende espositrici (altre 25 occupano spazi esterni al padiglione stesso) e ben 1500 etichette. E con un fitto calendario di eventi organizzati dall?Assessorato alle Risorse Agroalimentari e dall?Unione Regionale delle Camere di Commercio: laboratori, degustazioni, incontri e workshop che vedranno la fattiva collaborazione delle delegazioni regionali di Slow Food, Associazione Italiana Sommelier e Movimento Turismo del Vino.

?Tra i fiori all?occhiello di questa partecipazione pugliese alla 42? edizione di Vinitaly ? sottolinea Enzo Russo, Assessore alle Risorse Agroalimentari ? c?? sicuramente l?incontro che abbiamo organizzato tra 38 buyers internazionali e 55 delle nostre aziende. Una conferma a quella che ? ormai una vocazione internazionale dei nostri vini, capaci di esprimere grande qualit?, base di partenza essenziale per competere e proporsi sul mercato?.

Un?internazionalit? figlia dei riconoscimenti che le etichette pugliesi raccolgono in tutti i continenti e che conferma la bont? della strategia adottata dalle istituzioni e dai produttori della regione che, in questi anni, hanno puntato i loro sforzi sui grandi autoctoni e sul forte connubio tra vini e territori.

?Connubio che sar? il leit motiv del nostro padiglione e Verona ? conferma Luigi Farace, presidente dell?Unione Regionale delle Camere di Commercio ? con il Primitivo di Manduria, il Negroamaro e il Nero di Troia a guidare i visitatori in un percorso tra i nostri territori: dalla Daunia alle Murge, dalla Messapia e Valle d?Itria al Salento?.

E i visitatori del Padiglione Puglia potranno anche testare la loro abilit? con la ?Caccia al sentore?, gioco organizzato dal Movimento Turismo del Vino Puglia che si basa proprio sul riconoscimento dei pi? noti autoctoni pugliesi ai quali sar? inoltre dedicata un?installazione artistica.

Altra tappa impedibile, per i gourmet che affolleranno i padiglioni della kermesse scaligera, rimane l?Osteria Vino e Cibo che, nella scorsa edizione, ha riscosso un enorme successo. Gestito da Slow Food Puglia, lo spazio proporr? ogni giorno i piatti preparati da tre rinomati chef pugliesi, ovviamente abbinati alle etichette della regione, con menu che cambieranno di giorno in giorno.

I vini saranno invece gli assoluti protagonisti delle degustazioni guidate dai sommelier dell?Ais Puglia, che offriranno ai visitatori una panoramica completa ed affascinante del Vigneto Puglia.

INFO

MG Logos di DACAR 2005 srl

da MG Logos - Programma Mov. Turismo Vino Puglia al Padiglione 10 di Vinitaly

MG Logos di DACAR 2005 srl

Sede Operativa: Lungotevere Testaccio, 9 - 00153 Roma

Sede legale: Piazza Ruggero di Sicilia 7 - 00162 Roma

P.I. 08580771007

Tel 06.45491984 - 06.45491985

06.99705682 - 06.99705685

Fax 06 97255030

 

-------

La Sicilia del vino a Vinitaly

 -------

Di record in record. Mai come quest'anno sar? cos? massiccia la presenza siciliana al Vinitaly 2008.

Sono 263 le aziende che hanno scelto di essere presenti alla manifestazione di riferimento nel mondo enologico.

Nel 2005 erano 200, 222 nel 2006 e 236 nel 2007, per giungere al record di quest'anno.

Le case vinicole saranno ospitate in un unico padiglione grande 8.000 metri quadri. In mostra 1.996 etichette made in Sicily di 27 diverse tipologie: rossi igt, rosati igt, bianchi igt, marsala, vermuth, grappe. E ancora: rosoli, amari, da uve zibibbo, liquorosi, moscati di Siracusa, moscati liquorosi, moscati igt, passiti, spumanti, malvasie, vini biologici, acquaviti, vini dolci, vendemmie tardive e rossi docg.

?Lo stand della Sicilia ha una concezione moderna che esalta i colori e la semplicit? della struttura -spiega l'architetto Salvo Lo Nardo-. Le linee sono morbide, piacevoli e contribuiscono a creare un'atmosfera positiva che conduce il visitatore in un viaggio dall'esterno verso l'interno. Un viaggio - prosegue - alla scoperta dei vini e dei sapori siciliani, ricco di miti, storia e tradizioni e completato dall'eleganza delle pareti che contengono un'ordinata sequenza di foto realizzate da Giovanni Pepi?.

La massiccia presenza di aziende ? il segno che la Sicilia del vino ha acquisito una posizione di prestigio nel settore e si sforza, anno dopo anno, di migliorare.

All'interno del Padiglione Sicilia l'assessorato regionale all'Agricoltura e foreste ha allestito uno spazio per degustazioni guidate e incontri alla scoperta delle grandi produzioni siciliane. Operatori e giornalisti avranno, infine, la possibilit? di testare la qualit? dei vini abbinanti ai piatti della tradizione culinaria siciliana. L'Istituto regionale della Vite e del Vino ospita, infatti, nel Padiglione Sicilia ?il Ristorante? dove ogni giorno si alterneranno grandi chef siciliani.

---------

Tasca D'Almerita: un ?Arcipelago? di vini d'eccellenza

---------

Il 2007 ? stato un anno di crescita e grandi successi per la storica cantina siciliana Tasca d'Almerita, un anno di consolidamento e la pista di lancio per un 2008 ricco di novit?.

La squadra di prim'ordine, guidata dalla presenza attenta della settima generazione della famiglia, Alberto e Giuseppe Tasca d'Almerita, ha regalato al mercato nuove annate di qualit?, che hanno saputo conquistare il favore del pubblico e della critica. Di questa squadra fanno parte i tecnici Gaetano Maccarrone, direttore della Tenuta Regaleali, l'agronomo Gianfranco Lombardo, il consulente agronomo Lucio Brancadoro, l'enologo Laura Orsi, il consulente enologo Carlo Ferrini. Come vuole la strategia Tasca d'Almerita, la produzione si ? mantenuta costante in termini di quantit?, di poco superiore ai 3 milioni di bottiglie, per permettere a tutta la squadra di lavoro avere sempre come priorit? l'eccellenza qualitativa e la piacevolezza. Oggi si pu? dire che l'obiettivo ? stato raggiunto: lo testimoniano i numerosi premi e riconoscimenti ottenuti nell'ultimo anno dalle 19 etichette, nate sotto il segno del Sole e del Leone, simboli della firma Tasca d'Almerita.

L'attivit? della famiglia Tasca d'Almerita si pu? disegnare come un ?arcipelago?. L'epicentro ? la storica Tenuta Regaleali, in provincia di Palermo, cuore pulsante della produzione che si estende nel centro esatto della Sicilia.

Qui nascono da sempre vini d'eccellenza, come ?Rosso del Conte?, la prima riserva di Nero d'Avola nata in Sicilia nel 1970 con il nome di ?Regaleali Riserva del Conte?: un vino che ha saputo evolversi nel gusto, raggiungendo l'olimpo dei vini. Alle origini un Nero d'Avola coltivato ad alberello, con una piccola aggiunta di Perricone, altra variet? autoctona dell'Isola. La volont? era quella di creare un grande siciliano da invecchiamento che potesse concorrere con i pi? importanti cru di tutto il mondo. La sua storia ? lunga e fatta di numerose evoluzioni e le annate ritenute non all'altezza non vengono prodotte. L'ultima evoluzione voluta da Alberto e Giuseppe Tasca d'Almerita risale alla vendemmia 2003: Rosso del Conte ? divenuto definitivamente Vino di Tenuta, poich? il Nero d'Avola ? stato affiancato dalla migliore selezione vendemmiale delle uve a bacca rossa presenti a Regaleali. Sempre qui, dove per prima la famiglia Tasca d'Almerita ha sperimentato la messa a dimora in Sicilia dei vitigni internazionali, dopo oltre trent'anni si continuano a produrre con risultati eccellenti il Cabernet Sauvignon e lo Chardonnay pi? premiati in Italia.

Attorno a Regaleali gravitano gli altri ?microcosmi? Tasca d'Almerita: la Tenuta Capofaro, sull'Isola di Salina, nelle Eolie, dove si produce un'ottima e pluripremiata Malvasia e che ospita l'esclusivo Capofaro Malvasia Resort, cinque stelle. Continuando la ricerca di terreni vinicoli vocati all'eccellenza, tra i progetti pi? importanti conclusi nel 2007, spicca l'acquisizione della tenuta alle pendici dell'Etna: 18 ettari in localit? Sciaranova e Boccadorzo, per la coltivazione di Nerello Mascalese. L'ambiente etneo, ritenuto particolarmente vocato alla creazione di vini longevi, ? stato recentemente definito ?la Borgogna d'Italia? per naturale ricchezza e fertilit?. Da questi territori, con la vendemmia 2008, verranno vinificate le uve provenienti dai primi 5,5 ettari di vigneto e nel 2009 arriveranno sul mercato le prime bottiglie.

Infine, un'altra importante novit? ? attesa per il 2008, l'anno in cui, dall'esperienza Tasca d'Almerita, rinascer? l'antico ?vino dei fenici? dai vigneti storici sull'isola di Mozia: la prima etichetta, un Grillo, far? il debutto ufficiale a Vinitaly 2008, a Verona.

----------

Il Marsala d'oggi. Il rilancio della tradizione

A Verona il 2 aprile una ricerca di Enrico Finzi

Marzo 2008 - Il Marsala si rilancia. Saranno resi noti a Verona il 2 di aprile in una conferenza stampa presso l'hotel Leon D'oro i risultati delle ricerche quali-quantitative sul vino Marsala commissionate dal Consorzio che lo rappresenta. ?I consumatori di vino, la notoriet? e l'immagine del Marsala D.O.C.? del professore Enrico Finzi di Astra Ricerche e ?Analisi strutturale delle aziende operanti nella D.O.C. Marsala: produzione, prezzi e strategie? del professore Sebastiano Torcivia dell'Universit? degli Studi di Palermo sono gli aspetti oggetto di ricerca sul Marsala.

Con una produzione di oltre 70 mila ettolitri annui, oggi il vino Marsala mantiene in Italia il primato di vino liquoroso d.o.c. pi? noto, eppure solo in pochi conoscono le sue potenzialit?. Per questo il Consorzio Volontario del Vino Marsala D.O.C., che dal 1963 associa la quasi totalit? delle aziende produttrici di vino Marsala nella zona tipica (Florio, Pellegrino, Lombardo, Intorcia, Martinez, Buffa, Casano, Pipitone Span?, Vinci Vini, Baglio Oneto e le aziende agricole Casano Maggio e Pulizzi), ha scelto - grazie al finanziamento del Ministero delle Politiche Agricole - di lanciare una campagna di comunicazione su uno dei prodotti pi? affascinanti e versatili della Sicilia.

Il Marsala ? pi? di un vino: ? un liquoroso secco, semi secco o dolce che conquista tutti. Il Marsala ? un trio dei colori dell'Oro, dell'Ambra e del Rubino. Il Marsala ? anche per stagionatura Fine, Superiore e Vergine. Esiste il Marsala ed esistono i Marsala. Eppure ciascun Marsala ha quel gusto inconfondibile da sempre.

-------

 


DATA TITOLO
05-05-2019 QUINTO QUARTO, DAL TRIPPAIOLO AL CARNACU
02-05-2017 MALAZE' IL TEMPO NECESSARIO
20-02-2015 "Ci Vdiamo DOP"
21-12-2014 AUGURI E MENU' DI NATALE
18-12-2014 BUON FESTE DA TUTTI NOI
23-11-2014 Il Mercato di CortoCircuito Flegreo
03-09-2014 Aspettando Malazè 2014
04-08-2014 malazè: I sei itinerari
05-06-2014 Anteprima malazè 2014
29-04-2014 #malaze2014 aspetta te!

 

Associazione enogastronomica “ CAMPI FLEGREI A TAVOLA “  Il cratere del gusto
Via Miliscola, 133 Pozzuoli(NA)
e-mail: info@campiflegreiatavola.it
Tutti i diritti sono riservati.

DESIGNED BY STYLAB