NEWS
  
  CERCA LOCALE
  
 
   ADVERTISING
  
  PRINCIPALE
     Home page
     Chi siamo
     Statuto
     Contatti
     Iscriviti
     Registra il tuo locale
     Link
  TERRITORIO
     Area geografica
     Cenni storici
     La storia a tavola
  ENOGASTRONOMIA
     Vini
     Ricette
     Prodotti tipici
   LOCALI
     Ristoranti
  
  Pizzerie
  
  Pub
     Enoteche
     Vinerie
     Wine-bar
     Bar
     Pasticcerie
  
  Gelaterie
     Artigianato
     Prodotti tipici
     Tempo libero
  INTERAGISCI
      La tua pubblicità
      Cerca locale
      Vota il locale
      Visita il forum
  AREA RISERVATA
      Admin
   ADVERTISING
  
 
 
 
OGGI SU CAMPIFLEGREIATAVOLA.IT
20-01-2010 - CAOS POMODORINO DELPIENNOLO!!



 

IL CONSORZIO PER IL POMODORINO DEL PIENNOLO VESUVIANO: UNO, DUE O...?

--------------------------
LA NOTA A MARGINE
--------------------------
La Confederazione Italiana Agricoltori delle Province di Napoli e Caserta e Confagricoltura Napoli stando a quanto si legge nella nota inviataci dalla prima organizzazione,(vedi sotto), si sono spellate le mani per farci sapere della loro contentezza per il fatto che il pomodorino del piennolo del Vesuvio ha ottenuto la DOP dall'UE.
Ma poi, nel momento di rendere concrete le successive azioni, e cioè la creazione di UN consorzio, che fanno? Si dividono e una fa subito il Consorzio, l'altra probabilmente ne farà un altro in seguito.
Poi, tra un anno l'Ue dovrebbe premiare il migliore, affidandogli la Dop.
Ho scritto "dovrebbe"; sì, perchè vorrei sapere quali differenze organolettiche (?) ci saranno nei pomodorini raccolti per il primo consorzio e quelle del secondo e con quali criteri verrebbe poi assegnata la Dop...
Premesso che non si capisce per quali motivi si è arrivati alla divisione, mi domando perchè non ha funzionato il momento della mediazione, cioè un approfondimento prima della decisione di fare il consorzio.
Perchè tanta fretta?
Nessuno ce lo ha scritto ed è lecito chiederselo, almeno da parte di chi vuole saperne di più per informare chi non sa...
Intanto,i discorsi unitari sono finiti nell'arco di poche ore col risultato, a mio avviso, di lasciare sconcerto e disorientamento negli agricoltori-produttori del pomodorino che non sapendo che pesci pigliare, cioè chi scegliere tra i due (ma potrebbe nascerne un terzo, un quarto?), dovranno fare a testa o croce.
E' così che vogliamo valorizzare i nostri prodotti?
Sono abituato a tutto ma quando nel nostro Paese, nella nostra regione in particolare, si fanno discorsi di sviluppo, vien da chiedersi: davvero?

Gianpaolo Necco, consigliere nazionale Unaga. (Unione delle Arga italiane)
---------------------------------------
L'ESITO
----------------------------
La Confederazione Italiana Agricoltori delle Province di Napoli e Caserta e Confagricoltura Napoli considerano un grande successo il riconoscimento da parte dell'Unione Europea, della DOP del Pomodorino del Piennolo del Vesuvio e, nell'intento di sfruttare le straordinarie opportunità offerte dal provvedimento, si impegnano a favorire la nascita di un consorzio che divenga la casa di tutti i produttori in grado di affrontare in piena autonomia e con managerialità la gestione di questa struttura.
Le difficoltà economiche dei tempi attuali richiedono sforzi unitari ai quali, responsabilmente, ciascuna organizzazione agricola, dovrebbe dare la propria adesione, evitando egoismi e ricerca di primogenitura.
“Tale consorzio – ha dichiarato Giovanni Marino, imprenditore agricolo - nasce libero da condizionamenti politico - sindacali ed è aperto alla adesione di tutti gli agricoltori, indipendentemente dalla tessera sindacale che hanno in tasca. Avremmo voluto scongiurare la nascita di più consorzi, tutti ugualmente legittimati a ottenere il riconoscimento ministeriale e la attribuzione delle funzioni di tutela, con le prerogative che ne discendono, ma la Coldiretti si è dimostrata indisponibile ad avviare un percorso unitario e ha preferito procedere da sola, noncurante degli appelli all’unità e rifiutando a priori qualunque confronto sui contenuti.
Ora i due consorzi saranno di fatto in competizione.
Quello che risulterà più rappresentativo in termini di quantità di produzione certificata, al termine della prossima campagna 2010 – 2011 di commercializzazione del prodotto, potrà ottenere il riconoscimento ministeriale.
Ci appelliamo comunque al senso di responsabilità dei dirigenti della Coldiretti affinché non si alimentino fratture e divisioni tra gli agricoltori che non hanno motivo d’essere.
Per parte nostra ribadiamo che saremo sempre disponibili a ricercare le ragioni di un percorso unitario”.
20 gennaio 2010 - Confederazione Italiana Agricoltori di Napoli e Caserta Confagricoltura Napoli
da: Cia Campania
--------------------------------
L'ANNUNCIO
--------------------------------
ASSEMBLEA PUBBLICA PER IL RILANCIO DELL'AGRICOLTURA VESUVIANA.
Il Pomodorino del Piennolo del Vesuvio verso il Consorzio di Tutela:
Unire i produttori per rilanciare l’agricoltura vesuviana
Venerdì 15 gennaio, ore 17,00
MAV ( Museo Archeologico Vesuviano)
Via IV Novembre, 44
Ercolano (NA)
Con il riconoscimento della DOP per il pomodorino del piennolo del Vesuvio si aprono nuove, interessanti prospettive di sviluppo e di rilancio per l’agricoltura vesuviana.
La Confederazione Italiana Agricoltori della Campania invita tutte le organizzazioni di categoria degli agricoltori ad unirsi e a procedere in modo concorde per promuovere la nascita del Consorzio di Tutela che dovrà riunire i produttori e coordinare tutte le iniziative utili per la valorizzazione e commercializzazione della nuova DOP.
Primo momento di confronto pubblico ad Ercolano, il 15 gennaio, ore 17,00, nella sede del MAV, intervengono:
- l’Ispettore Capo del ICQRF (Ispettorato Centrale della Tutela della Qualità e della Repressione delle Frodi agro-alimentari),
- Giuseppe Serino, del Presidente regionale di Confagricoltura,
- Michele Pannullo, del Presidente regionale della Coldiretti,
- Gennaro Masiello, del Presidente regionale della Confederazione Italiana Agricoltori,
- Aurelio Grasso
- l’Assessore regionale all’agricoltura, Gianfranco Nappi.
Tra i relatori del convegno, il Direttore del Consorzio di Tutela del pomodoro di Pachino, Salvatore Chiaramida, e la Presidente del Consorzio dell’olio delle colline salernitane, Maria Provenza, due significative esperienze di DOP con le quali confrontarsi.
13 gennaio 2010

INFO
Lidia Merola
resp comunicazione
Az. Agricola Casa Barone
Via Panoramica Fellapane
80040 Massa di Somma (NA)
www.casabarone.it
Tel. 081 3621048 - Fax 081 3621049
mobile: 338 1763294
lidia.casabarone@gmail.com

Da www.argacampania.it


DATA TITOLO
05-05-2019 QUINTO QUARTO, DAL TRIPPAIOLO AL CARNACU
02-05-2017 MALAZE' IL TEMPO NECESSARIO
20-02-2015 "Ci Vdiamo DOP"
21-12-2014 AUGURI E MENU' DI NATALE
18-12-2014 BUON FESTE DA TUTTI NOI
23-11-2014 Il Mercato di CortoCircuito Flegreo
03-09-2014 Aspettando Malazè 2014
04-08-2014 malazè: I sei itinerari
05-06-2014 Anteprima malazè 2014
29-04-2014 #malaze2014 aspetta te!

 

Associazione enogastronomica “ CAMPI FLEGREI A TAVOLA “  Il cratere del gusto
Via Miliscola, 133 Pozzuoli(NA)
e-mail: info@campiflegreiatavola.it
Tutti i diritti sono riservati.

DESIGNED BY STYLAB