NEWS
  
  CERCA LOCALE
  
 
   ADVERTISING
  
  PRINCIPALE
     Home page
     Chi siamo
     Statuto
     Contatti
     Iscriviti
     Registra il tuo locale
     Link
  TERRITORIO
     Area geografica
     Cenni storici
     La storia a tavola
  ENOGASTRONOMIA
     Vini
     Ricette
     Prodotti tipici
   LOCALI
     Ristoranti
  
  Pizzerie
  
  Pub
     Enoteche
     Vinerie
     Wine-bar
     Bar
     Pasticcerie
  
  Gelaterie
     Artigianato
     Prodotti tipici
     Tempo libero
  INTERAGISCI
      La tua pubblicità
      Cerca locale
      Vota il locale
      Visita il forum
  AREA RISERVATA
      Admin
   ADVERTISING
  
 
 
 
OGGI SU CAMPIFLEGREIATAVOLA.IT
01-07-2009 - M. de Simone all'Abraxas



 
A cena con l’Enologo, in degustazione il Maurizio de Simone* Style

Pozzuoli,9 luglio.

 

Abraxas Osteria e Officine Gourmet raccontano di un viaggio enogastronomico di ritorno alle origini. L’enologo Maurizio de Simone comunica i suoi vini definiti “estremi” per luoghi, uomini e tradizioni. In degustazione le perle dell’archeo - enologo che lavora sul passato per costruire l’enologia del futuro sperimentando antiche tecniche in diverse regioni d’Italia.

 

L’Osteria Abraxas ha recentemente ricevuto il riconoscimento  della guida «Gambero Rosso Low Cost» 2009 che raccoglie oltre mille indirizzi fra ristoranti, trattorie, pizzerie, locali etnici, per mangiare spendendo entro i 30 euro. A Nando Salemme, Patron dell’ Osteria di Pozzuoli, uno dei locali più "guidati" della Campania,è andato il premio come miglior WineBar, l’attività che ha segnato le origini del locale prima della trasformazione nell’odierna osteria..(Gambero Rosso Low Cost, 304 pagine a 9,90 euro).

 

La Storia di Maurizio de Simone

Maurizio nasce a Napoli il 12 settembre 1963 e già da ragazzo sente il disagio di vivere in una caotica metropoli. Il fascino della realtà agricola gli è trasmesso da nonno Vitale, e papà Carmine per mezzo della loro profonda amicizia con Compare Giuseppe e Comare Teresa, vecchi contadini di Sessa Aurunca.

 Al diploma di perito agrario si affianca una specializzazione in tecnico dell’alimentazione di bestiame di grosso taglio che lo porta a Matelica (AN).

. L’incontro con la viticoltura ne segna il percorso professionale, al punto che il complesso campo d’applicazione delle tecniche enologiche e viticole concretizzano la sua filosofia di vita che è, esprimere con un vino sia la personalità di chi lo produce sia il territorio d’origine. Maurizio cresce tecnicamente, professionalmente e soprattutto comincia a capire che il vino è un elemento vivo e vitale che è testimonianza dell’uomo da sempre e che il mercato che ricerca prodotti globalizzati e di facile consumo ne sta espropriando l’essenza.

Comincia così la personale battaglia di recupero di vitigni quasi scomparsi. La riscoperta di antiche metodologie, l’adattamento di esse   alla moderna tecnica di vinificazione, rendono possibile la produzione di vini assolutamente unici, che riscontrano il favore di operatori del settore.

Oggi quel ragazzo che sognava una vita agreste, è un uomo che dedica la sua vita alla ricerca storica, recupero di zone viticole un tempo di primaria importanza e oggi ridotte a poco più di attività hobbistiche, che però conservano in se tutta la tradizione e poesia di un popolo. Così nascono vini come il Lentisco, bianco del sud pontino fatto di uva Bellone e vinificato in botti di castagno da 300 lt, oppure il Grecomusc’ bianco di Taurasi quasi completamente estinto che i contadini della zona hanno conservato, lasciando pochi ceppi per consumo familiare. Come il Cesanese di Olevano Romano, prodotto con le conocchie, antico sistema di allevamento ridotto a pochissimi ettari per gli eccessivi costi di gestione. L’Asprinio di Aversa prodotto con le Alberate, sistema di allevamento della vite maritata al pioppo con festoni di uva alti fino a 20 metri di viti di oltre 300 anni. Recupero di vecchi vigneti di oltre 80 anni di sangiovese a Montalcino, in totale controtendenza con la produzione di Brunello, oppure il recupero di vigneti a Punta Fieno di Ponza che si raggiungono con mulattiere e dove la vinificazione avviene ancora con l’antico sistema della Pietra Torcia, e il trasporto delle bottiglie viene fatto con muli, inoltre Maurizio non ha mai abbandonato l’attività di insegnamento presso gli istituti alberghieri per la formazione di operatori del settore turistico.

 

IL MENU’

 

Antipasti

 

Insalata di patate, ortaggi grigliati, rucola, scarola riccia, olive e cipollina fresca

 

Bignè ripieni di ricotta e peperoncini verdi

 

Marinata di marchigiana con misticanza di verdure dell’orto e olio profumato ai limoni di Amalfi

 

Stracciata di melanzane

 

I Primi

 

Sedanini di Gragnano con pesto di rucola, fagiolini, patatee provolone del monaco fresco

 

Gnocchi di melanzane con la sua crema,pomodori secchi e mozzarella di bufala campana

 

Il Secondo

 

 Involtino di carne marchigiana con pomodori, peperoncini verdi e cacioricotta del Cilento

 

Il Dessert

 

Sfogliata di di mandorle amare di Avola

 

 

I vini

 

 

LAZIO:

Antiche Cantine Migliaccio, Isola di Ponza

- Pizzicato Bianco vino frizzante naturale in bottiglia ottenuto con il metodo di filtrazione a cappuccio

 

- Fieno Bianco e Fieno Rosa ottenuti da vinificazione con pietratorcia Terra delle Ginestre, Spigno, Saturnia

- Lentisco Bianco ottenuto da vinificazione con macerazione sulle bucce,fermentazione e sosta sui lieviti per otto mesi in botte di castagno.

- Compagnia di Ermes , Olevano Romano Attis Cesanese di Olevano Romano ottenuto dal recupero di vigneti allevati a “CONOCCHIE” di oltre 100 anni

 

TOSCANA

 

- Piombaia , Montalcino

Brunello 2004 ottenuto da piante di sangiovese di 60 anni recuperate dagli espianti e rimesse a dimora

- Santantimo Rosso 2007  Cru di Sangiovese in una piccola zona di Montalcino caratterizzata da terreno sabbioso con presenza di quarzo

 

CAMPANIA

 

- Contrade di Taurasi di E. Lonardo – Taurasi

Greco Musc’ 2006.ottenuto da lieviti autoselezionati

Taurasi Riserva Docg 2001 ottenuto con 90 giorni di macerazione sulle bucce

- I Borboni, Lusciano

Asprinio di Aversa ottenuto dalla vinficazione di vigneti ad Alberata

- Vigne Sannite , Castelvenere

Agostinella Bianco 2005 Campania Igt, ottenuto da viti di oltre 100 anni appartenenti ad un vitigno quasi estinto

- Viticoltore Raffaele Moccia , Agnano

Vigna del Pino 2006, Falanghina da piante di oltre 80 anni allevate a spalliera Puteolana

 

SICILIA

 

- Rocca Etna d’Api , Zafferana Etnea

Ottenuto da appassimento di uve da vitigno sconosciuto non identificabile in alcun Dna

 

Quota di partecipazione  € 40,00 Info e Prenotazioni

081.854 93 47 – 339 22 36 700 info@abraxasosteria.it

 

 


DATA TITOLO
05-05-2019 QUINTO QUARTO, DAL TRIPPAIOLO AL CARNACU
02-05-2017 MALAZE' IL TEMPO NECESSARIO
20-02-2015 "Ci Vdiamo DOP"
21-12-2014 AUGURI E MENU' DI NATALE
18-12-2014 BUON FESTE DA TUTTI NOI
23-11-2014 Il Mercato di CortoCircuito Flegreo
03-09-2014 Aspettando Malazè 2014
04-08-2014 malazè: I sei itinerari
05-06-2014 Anteprima malazè 2014
29-04-2014 #malaze2014 aspetta te!

 

Associazione enogastronomica “ CAMPI FLEGREI A TAVOLA “  Il cratere del gusto
Via Miliscola, 133 Pozzuoli(NA)
e-mail: info@campiflegreiatavola.it
Tutti i diritti sono riservati.

DESIGNED BY STYLAB