NEWS
  
  CERCA LOCALE
  
 
   ADVERTISING
  
  PRINCIPALE
     Home page
     Chi siamo
     Statuto
     Contatti
     Iscriviti
     Registra il tuo locale
     Link
  TERRITORIO
     Area geografica
     Cenni storici
     La storia a tavola
  ENOGASTRONOMIA
     Vini
     Ricette
     Prodotti tipici
   LOCALI
     Ristoranti
  
  Pizzerie
  
  Pub
     Enoteche
     Vinerie
     Wine-bar
     Bar
     Pasticcerie
  
  Gelaterie
     Artigianato
     Prodotti tipici
     Tempo libero
  INTERAGISCI
      La tua pubblicità
      Cerca locale
      Vota il locale
      Visita il forum
  AREA RISERVATA
      Admin
   ADVERTISING
  
 
 
 
OGGI SU CAMPIFLEGREIATAVOLA.IT
11-01-2008 - Rifiuti:Coldiretti,richiesta danni per d



Nicola Rivieccio.Coldiretti campana: per i rifiuti disdette alimenti fino al 30%. Richiesta danni.

 RIFIUTI: COLDIRETTI, RICHIESTA DANNI PER DISDETTE ALIMENTI FINO AL 30%

L?immagine devastata causa danni incalcolabili all?agroalimentare e al turismo

L?emergenza rifiuti in Campania ne sta rovinando l?immagine con danni economici incalcolabili alle imprese per l?arrivo delle disdette negli agriturismi e nelle forniture di prodotti agroalimentari che giungono dall?Italia e dall?estero e incidono fino al 30 per cento. E? questo l?allarme lanciato dalla Coldiretti che, nel sostenere lo sforzo del neocommissario Gianni De Gennaro per il superamento dell?emergenza, ?sta valutando la possibilit? di avviare una richiesta di risarcimento dei danni provocati alle imprese?, secondo quanto annunciato dal direttore Coldiretti Campania, Vito Amendolara. L?organizzazione degli imprenditori agricoli ha gi? raccolto centomila firme di cittadini campani a favore di una petizione per l?avvio di un intervento di recupero ambientale immediato per salvare il territorio dall'inquinamento, prima che sia troppo tardi.

Con il clima sociale sconvolto e la situazione grave dal punto di vista ambientale si sta ora verificando - denuncia la Coldiretti - un effetto valanga sull?economia campana che fonda buona parte del suo successo sul turismo e sulla buona tavola grazie alle bellezze storiche, naturalistiche e gastronomiche. Con 135mila le imprese agricole in Campania si prefigura un danno economico insostenibile con la perdita di posti di lavoro che la Coldiretti sta cercando di affrontare insieme ai Consorzi di Tutela delle produzioni tipiche del territorio. I condizionamenti di natura psicologica sui comportamenti di acquisto stanno penalizzano i prodotti Made in Campania dell?agroalimentare, mentre - continua la Coldiretti - crescono i timori che senza un intervento di smaltimento adeguato dei rifiuti si possano verificare a breve fenomeni di inquinamento del territorio, nonostante l?importante assicurazione del Ministero della Salute secondo il quale ?non si rilevano danni alla salute attribuibili all'attuale emergenza rifiuti in Campania?.

E? necessario - sostiene la Coldiretti - rimuovere al piu? presto la spazzatura dalle strade delle citt?, ma anche proteggere le campagne intervenendo in modo strutturale con un piano di bonifica e riqualificazione del territorio e del paesaggio messo a rischio dalla cattiva gestione ambientale, secondo l'iniziativa promossa da venti associazioni ambientaliste, dei consumatori e della societ? civile con il coordinamento della Coldiretti.

Occorre salvare dall?inquinamento un territorio che - continua la Coldiretti - rappresenta un valore inestimabile per l'economia, l?agricoltura, l'ambiente, la salute e la qualit? della vita dei cittadini con la Campania che puo? contare su un primato di 14 prodotti a denominazione o ad indicazione di origine protetta (Dop/Igp), su 29 vini Docg, Doc e Igt, su 329 prodotti tradizionali censiti dalla Regione con 13 citt? del biologico, 40 del vino, 30 dell?olio e 4 del pane. Dalla mozzarella di bufala al limone di Sorrento e di Amalfi, dalla mela annurca al pomodoro San Marzano, dal vino Gragnano al Solopaca, dal Fiano di Avellino al Taurasi. Ma ci sono anche sedicimila ettari di territorio coltivati a biologico, il 25 per cento della superficie protetta da parchi e 734 agriturismi. Una mappa delle qualit? agroambientali che rappresenta un valore aggiunto per lo sviluppo della Campania e che - conclude la Coldiretti - non pu? essere ignorata nella scelta dei siti piu? adatti allo smaltimento.

 

I PRIMATI DELL?AGROALIMENTARE MADE IN CAMPANIA A RISCHIO

2.500 milioni di euro valore aggiunto lordo

2.500 milioni di euro valore aggiunto lordo industria alimentare campana

11,3% agroalimentare nazionale

135mila imprese agricole

14 prodotti a denominazione o indicazione di origine protetta (Dop/Igp)

29 vini Docg, Doc e Igt

329 prodotti tradizionali censiti dalla Regione

13 citt? del biologico

40 citt? del vino

30 citt? dell?olio

4 citt? del pane

16.000 ettari superficie destinata a biologico

25 per cento del territorio superficie parchi ed aree protette

734 agriturismi

INFO

CAMPANIA COLDIRETTI

Via Pica, 62 80142 Napoli

da: Rivieccio Nicola [nicola.rivieccio@coldiretti.it] 

Articolo del 9/1/2008 di Nicola Rivieccio

Fonte:arga campania

 

 

 


DATA TITOLO
05-05-2019 QUINTO QUARTO, DAL TRIPPAIOLO AL CARNACU
02-05-2017 MALAZE' IL TEMPO NECESSARIO
20-02-2015 "Ci Vdiamo DOP"
21-12-2014 AUGURI E MENU' DI NATALE
18-12-2014 BUON FESTE DA TUTTI NOI
23-11-2014 Il Mercato di CortoCircuito Flegreo
03-09-2014 Aspettando Malazè 2014
04-08-2014 malazè: I sei itinerari
05-06-2014 Anteprima malazè 2014
29-04-2014 #malaze2014 aspetta te!

 

Associazione enogastronomica “ CAMPI FLEGREI A TAVOLA “  Il cratere del gusto
Via Miliscola, 133 Pozzuoli(NA)
e-mail: info@campiflegreiatavola.it
Tutti i diritti sono riservati.

DESIGNED BY STYLAB