NEWS
  
  CERCA LOCALE
  
 
   ADVERTISING
  
  PRINCIPALE
     Home page
     Chi siamo
     Statuto
     Contatti
     Iscriviti
     Registra il tuo locale
     Link
  TERRITORIO
     Area geografica
     Cenni storici
     La storia a tavola
  ENOGASTRONOMIA
     Vini
     Ricette
     Prodotti tipici
   LOCALI
     Ristoranti
  
  Pizzerie
  
  Pub
     Enoteche
     Vinerie
     Wine-bar
     Bar
     Pasticcerie
  
  Gelaterie
     Artigianato
     Prodotti tipici
     Tempo libero
  INTERAGISCI
      La tua pubblicità
      Cerca locale
      Vota il locale
      Visita il forum
  AREA RISERVATA
      Admin
   ADVERTISING
  
 
 
 
OGGI SU CAMPIFLEGREIATAVOLA.IT
23-10-2008 - LA STORIA DEL PALAGRELLO



L'incredibile storia del Pallagrello di Terre del Principe! Un'altro motivo per cui essere a L'Arcante il 7 novembre

Peppe Mancini e Manuela Piancastelli, appassionati vignaioli del Pallagrello e del Casavecchia, hanno  dedicato le proprie vite, abbandonando le precedenti professioni, al recupero di   due vitigni autoctoni dell’alto casertano, già noti ai tempi di Ferdinando IV di Borbone che li  volle nella famosa Vigna del Ventaglio intorno alla Reggia di Caserta. L’azienda di Castel Campagnano nasce nel 2003 per realizzare un sogno e una sfida d’amore, l'amore appunto  per la terra, per il vino, per la voglia di fare non bene, ma benissimo. In pochi anni, con appassionata caparbietà, Manuela e Peppe si sono imposti all’attenzione del pubblico degli appassionati e della critica, focalizzando tutti gli sforzi su questi vitigni, attraverso la specializzazione, senza cedere alle mode e alle tendenze del mercato, ma lavorando per imporre il proprio personale stile. Il 2008 tuttavia non è stato avaro di emozioni dolci-amare e Manuela Piancastelli a seguito del prestigioso premio ricevuto in occasione di Vitigno Italia 2008 (Pallagrello bianco Sèrole 2007, Vino Perfetto) si "autodenunciava" in questo modo attraverso il seguitissimo Blog di Luciano Pignataro affermando tra le altre cose:

…RINGRAZIO LA REGIONE CAMPANIA PER AVERCI CHIAMATO A RAPPRESENTARE L’ECCELLENZA DELLA FILIERA ENOGASTRONOMICA IN UN IMPORTANTE CONVEGNO ALLA FACOLTA’ DI ECONOMIA E COMMERCIO, A MARZO 2008. E DI AVERCI PREMIATO – INSIEME COL MINISTERO DELLE POLITICHE AGRICOLE - COME BENEMERITI DELL’AGRICOLTURA, COL CANGRANDE DELLA SCALA, PER LA RISCOPERTA DEL PALLAGRELLO E DEL CASAVECCHIA.

MA TUTTI VOI AVETE PREMIATO UN VINO ABUSIVO!

CHI CONOSCE LA STORIA DEL PALLAGRELLO, SA CHE QUESTA E’ INDISSOLUBILMENTE LEGATA A NOI, A MIO MARITO PEPPE MANCINI IN PARTICOLARE. EPPURE IERI SIAMO STATI OGGETTO DI UNA PESANTE SANZIONE AMMINISTRATIVA ADDIRITTURA DA PARTE DELLA REPRESSIONE FRODI PERCHE’ USIAMO LA PAROLA PALLAGRELLO SULL’ETICHETTA DEI NOSTRI VINI. PERCHE’ DOVREMMO SCRIVERE GENERICAMENTE BIANCO IGT O ROSSO IGT TERRE DEL V.

E LA TUTELA DEL CONSUMATORE? SI PARLA TANTO DI TRASPARENZA MA CHI LA PRATICA E’ PUNITO LA REALTA’ E’ CHE LA REGIONE CAMPANIA IN 4 ANNI NON SI E’ ATTIVATA PER MODIFICARE IL DISCIPLINARE IGT TERRE DEL VOLTURNO PER CONSENTIRE L’USO IN ETICHETTA DEL NOME DEL VITIGNO.

 

LA SPIEGAZIONE ASSURDA ERA CHE, POICHE’ ERA IN CORSO DI ESAME IL DISCIPLINARE DELLA DOC DEL PALLAGRELLO, ERA SUPERFLUO MODIFICARE QUELLO DELL’IGT DUE ANNI FA UN COMITATO DI PRODUTTORI, STANCO DI ASPETTARE I TEMPI DELLA BUROCRAZIA, VISTO CHE NEL FRATTEMPO LA DOC ERA FERMA, SI E’ ATTIVATO PER APPORTARE LA MODIFICA ALL’IGT. MODIFICA ALLA FINE OTTENUTA, SOLO POCHE SETTIMANE FA, QUANDO AL MINISTERO E’ STATA APPROVATA DEFINITIVAMENTE LA MODIFICA DEL DISCIPLINARE CHE CONSENTIVA AL PALLAGRELLO DI APPARIRE IN ETICHETTA.

 

SULLA PROSSIMA G.U. SARA’ PUBBLICATA TALE MODIFICA. NELLE MORE E’ PIOMBATA LA REPRESSIONE FRODI UN EPISODIO VERGOGNOSO E GRAVISSIMO NON TANTO PER NOI MA PER UNA REGIONE CAMPANIA CHE DICE DI PUNTARE SUI VITIGNI AUTOCTONI E CHE FA DELLA DIVERSITA’ LA PROPRIA CARTA VINCENTE SUI MERCATI INTERNAZIONALI. NON SI TRATTA SOLO DI UNA RESPONSABILITA’ BUROCRATICO AMMINISTRATIVA MA DI UNA GRAVISSIMA COLPA POLITICA E MORALE TENUTO CONTO CHE SE OGGI SI PARLA DI QUESTA ZONA DELLA CAMPANIA E DI CASERTA LO SI DEVE ESCLUSIVAMENTE ALLA NOSTRA RISCOPERTA DI QUESTI VITIGNI E AL NOSTRO IMPEGNO IMPRENDITORIALE SU CUI SONO STATI SPESI FIUMI DI INCHIOSTRO DA PARTE DELLA STAMPA DI TUTTO IL MONDO

 

QUESTA MIA E’ UNA DENUNCIA PRECISA, ANZI UN’AUTODENUNCIA PERCHE’ PEPPE ED IO VOGLIAMO ESSERE MULTATI PER TUTTO QUELLO CHE ABBIAMO FATTO FINORA PER IL PALLAGRELLO E PER LA CAMPANIA AVENDO USATO SIN DAL 1997 IL NOME PALLAGRELLO SULLE BOTTIGLIE E AVENDO DEDICATO – COME TUTTI SAPETE - A QUESTO PROGETTO LE NOSTRE VITE.

 

Ecco cosa rende grande un'azienda ed i prodotti che producono, oltre i prestigiosi premi, riconoscimenti c'è l'amore per la terra, la caparbietà di andare oltre, fino in fondo e la completa dedizione alle proprie radici ed alla propria coscienza. Manuela e Peppe, siete anche per questo, due grandi! (A.D.)


DATA TITOLO
05-05-2019 QUINTO QUARTO, DAL TRIPPAIOLO AL CARNACU
02-05-2017 MALAZE' IL TEMPO NECESSARIO
20-02-2015 "Ci Vdiamo DOP"
21-12-2014 AUGURI E MENU' DI NATALE
18-12-2014 BUON FESTE DA TUTTI NOI
23-11-2014 Il Mercato di CortoCircuito Flegreo
03-09-2014 Aspettando Malazè 2014
04-08-2014 malazè: I sei itinerari
05-06-2014 Anteprima malazè 2014
29-04-2014 #malaze2014 aspetta te!

 

Associazione enogastronomica “ CAMPI FLEGREI A TAVOLA “  Il cratere del gusto
Via Miliscola, 133 Pozzuoli(NA)
e-mail: info@campiflegreiatavola.it
Tutti i diritti sono riservati.

DESIGNED BY STYLAB